fbpx

Ogni anno gli agenti e rappresentanti di commercio percorrono mediamente 60.000 chilometri: l’automobile è il loro ufficio. Svolgono un lavoro fondamentale per le imprese, per il commercio e per l’economia del Paese.

Nel confronto con l’Europa, pagano più tasse, sostengono maggiori costi per il carburante e sono costretti a percorrere strade peggiori.

Per gli agenti di commercio italiani la mobilità è un problema, mentre dovrebbe essere un’opportunità di sviluppo, oggi più che mai.

FNAARC, Confcommercio e la lista Enasarco del futuro lanciano il Manifesto per la Nuova Mobilità degli Agenti di Commercio. 5 punti per accelerare la ripresa economica del settore.

icone-01
confcommercio

1. Rimborsi autostradali

icone-03

Per le autostrade paghiamo un servizio. Se il percorso autostradale è fortemente rallentato a causa di eccessivi lavori di manutenzione, le conseguenze non possono ricadere solo sugli utenti. Chi prende il treno o l’aereo ha diritto a un rimborso se c’è un ritardo per responsabilità del gestore. La stessa cosa deve avvenire per le autostrade!

2. Limiti di velocità e autovelox

icone-04

I limiti di velocità devono essere una garanzia per la sicurezza, non una trappola per gli automobilisti. Gli autovelox servono a garantire il rispetto di limiti corretti e non a rimpinguare le casse dei comuni. No a “trappole” Autovelox su strade statali con continui cambi di limiti di velocità senza nessuna logica. Serve una nuova regolamentazione!

3. Deducibilità costi auto

icone-05

Per gli agenti di commercio l’auto è strumento di lavoro fondamentale. L’importo deducibile per l’acquisto dell’auto è rimasto fermo ai tempi della Lira! Gli agenti di commercio hanno bisogno di auto più moderne, più sicure e più adatte al loro lavoro. Gli agenti devono poter scaricare il costo di acquisto oltre la soglia attuale di 25mila euro!

4. Mobilità green

icone-06

Migliaia di agenti di commercio potrebbero passare alla mobilità elettrica e ibrida plug-in dando un decisivo contributo alla riduzione dell’inquinamento. Gli agenti di commercio vogliono essere protagonisti della green economy ma vivono una crisi che riduce la loro capacità di investimento. Servono incentivi dedicati alla mobilità green degli agenti!

5. Accesso ai centri urbani e permessi di sosta

icone-07

Per quale ragione chi consegna la merce può accedere alle ZTL e ha a disposizione piazzole di parcheggio dedicate mentre l’agente di commercio no? Entrambi lavorano con gli esercizi commerciali, entrambi fanno muovere le merci e fanno muovere l’economia del Paese. Gli agenti devono poter usufruire dei parcheggi per scarico merci che sono liberi per il 90% del tempo e devono poter accedere alle ZTL dei propri territori!